IN PIAZZA DELLA PIZZA ARRIVANO 14 SUPER PIZZAIOLI DI TOSCANA

La vera pizza è napoletana, ma se vuoi mangiarla top fermati a Firenze. Proprio così, Firenze sta diventando la nuova capitale della pizza. Mai così tanti pizzaioli talentuosi hanno trovato nella città gigliata il loro luogo. Si vocifera che il clima fiorentino sia particolarmente adatto alla crescita del tanto agognato lievito madre, che beneficia dell’umidità dell’Arno e della canicola estiva tipica fiorentina per stare a guazzo e riprodursi. Il lievito madre d’autore invade la città, si insidia in ogni rione cittadino e anche in periferia, parla il suo verbo che sta a metà tra il napoletano e il vernacolo e miete adepti. Tutti in fissa per la pizza, a disquisire se è meglio bianca o rossa, alta o bassa, ripiena o fritta.

Ma dal 16 al 19 novembre non troverete una pizza in tutta la Toscana ad eccezione della Fortezza. Perché? Perché ben 14 tra i più grandi pizzaioli della regione si danno appuntamento in Piazza della Pizza a Fortezza da Basso. Se scendete in piazza troverete 6 resident pizzaioli con i forni accesi da mattina a sera, per soddisfare la vostra implacabile fame di pizza. Volete una prosciutto e funghi, ma senza funghi e con aggiunta di mozzarella di bufala? Che sia leggera e ben cotta, ma con il  cornicione morbido, senza aggiunta di basilico fresco ma con un pizzico di origano selvatico di Calabria? Niente paura a Biennale c’è!

Ma non finisce qui. Potete attraversare la piazza e entrare nelle quinte del teatrino Lorenese dove oltre alla fame potrete placare anche la vostra curiosità. Venti laboratori Mani in Pizza con i vostri pizzaioli del cuore, direttamente in cucina con voi a impastare. E potrete sbizzarrirvi con le domande più originali.. per esempio se il lievito madre è maschio o femmina o se lasciare il cornicione è un’onta al pari del togliere il grasso dal prosciutto o la crosticina alla crème brulée.

Volete una volta per tutte fare chiarezza sulla legna da usare nel forno? Se è vero che per avere una pizza profumata occorrono frasche di alloro miste a steli di lavanda? Foglie di banano per la pizza esotica, tronchi di pino mugo per la pizza che ti libera il naso e anche la gola e cedro del libano per pizze gourmet raffinate? Meglio chiedere ai nostri divertenti pizzaioli che vi sveleranno trucchi e segreti e perché no qualche altra storia buffa.

2018-09-17T12:45:55+00:0031 luglio 2018|News, Pizzaioli ospiti, Pizzaioli residenti|