Ti trovi nella categoria: Cibo e dintorni, Grandi Eventi

Il Mercato dei Sapori e dei Mestieri

DA VENERDI’ 9 A DOMENICA 11 NOVEMBRE
Dove: Piazza Strozzi e Piazza della Repubblica

Quando: dalle ore 9 alle ore 20

 

Un grande mercato aperto al pubblico, organizzato da Claridea in collaborazione con Florens 2012, abbraccerà due delle piazze più belle del centro storico fiorentino, Piazza Strozzi e Piazza della Repubblica, con una selezione di eccellenze enogastronomiche ed artigiane della tradizione toscana. Ad accogliere i visitatori saranno gli stessi produttori ed artigiani, presenti ai banchi di assaggio e vendita per raccontare e far conoscere le proprie specialità gastronomiche ed artistiche.

La Biennale intende ricordare la destinazione che per secoli, fino al 1885, ha avuto Piazza della Repubblica: luogo d’incontro per gli affari commerciali, che si contrapponeva a Piazza Duomo destinata agli affari religiosi e Piazza Signoria luogo di politica ed affari sociali. Il Mercato Vecchio, fin dal Medio Evo, era costituito da botteghe dove gli artigiani abitavano, era costellato di pozzi, forni, chiesette, torri, logge, abitazioni di legno e in muratura: in mezzo a tutto troneggiava la Colonna dell’Abbondanza, unica struttura rimasta dopo la demolizione di ciò che occupava Piazza della Repubblica. Ancora oggi la Colonna presenta alcune memorie della vita del mercato: un anello in ferro in alto che reggeva una piccola campana la quale suonava per indicare l´ora di apertura e chiusura dell´attività del mercato, ed un secondo anello in basso alla quale si incatenavano alla “gogna” i commercianti disonesti.

Il Mercato dei Sapori e dei Mestieri ha cercato di mantenere, naturalmente adattandosi alle esigenze attuali, il concetto dei settori merceologici come veniva ben evidenziato nei tempi antichi: vinattieri, oliandoli, pizzicagnoli, fornai, speziali e poi ancora cuoiai, calzolai, vasai, fabbri, e così via, distribuendo in Piazza della Repubblica circa 100 espositori con prodotti agroalimentari ed in Piazza Strozzi 40 con prodotti artigianali.

I banchi saranno costruiti ricordando vecchie strutture adibite alla vendita nei mercati ed esporranno principalmente le eccellenze della produzione toscana, senza tralasciare alcune particolarità di altre regioni. Vino, olio, miele, funghi, tartufi, salumi, formaggi, marmellate, mostarde, zafferano, castagne saranno protagonisti di questi tre giorni dedicati al buon bere ed al buon mangiare, quindi al buon vivere, caratteristica principale del nostro territorio. La piazza dei mestieri racchiuderà un esempio della creatività toscana: cappelli, cuoio, ceramica, argento, vetro, lana saranno in mostra per il pubblico della Biennale.

Piazza della Repubblica e Piazza Strozzi, due gioielli di una Firenze che rimane sempre e comunque una delle mete più ambite per i visitatori di tutto il mondo, rivivranno, in questi giorni, l’esperienza di un grande Mercato, momento d’incontro e di svago per ognuno di noi, abitudine di tempi passati, che sarebbe bello ritrovare in un mondo che ormai si è dimenticato la parola “socializzare”.