FRATELLI CUORE

Laboratorio Mani in Pizza DOM 18/11 ore 18.00

Là dove c’era la biglietteria internazionale della stazione di Santa Maria Novella di Firenze e dove un tempo quindi si compravano promesse, speranze o sogni, da qualche anno c’è un tentativo ben riuscito di riqualificare uno spazio ormai un disuso del complesso ferroviario cittadino. Il suo nome è Fratelli Cuore, un marchio che evoca passione e affetto, cura e sorrisi, che ci vogliono proprio quando si parte e si arriva. Ma la stessa attenzione è rivolta a chi non viaggia, a chi cioè viene qui per una sosta piacevole e per mangiare qualcosa di genuino. Gli artefici di questo progetto sono i fratelli Caprarella, professionisti della ristorazione; hanno però messo in questo luogo, per la sua specificità, ancor più impegno creativo, per farne un posto vero e verace, che non poteva quindi prescindere dalla proposta di una pizza di qualità. La nascita di Fratelli Cuore è poi coincisa con quella fortunata stagione, cominciata giusto tre/quattro anni fa, che molti hanno definito “il rinascimento della pizza”, che sta ad indicare per l’appunto il sorgere o risorgere di locali che offrono un prodotto più che buono, con attenzione nuova alle farine, alle lievitazioni, agli ingredienti, ai tempi e ai modi della cottura. Firenze è diventata il luogo di elezione di una tipologia di piazzaioli che, dalla cura dei particolari all’attenzione della scelta della materia prima, vogliono imporsi al giudizio del pubblico e dei consumatori attraverso prodotti originali e di livello certamente superiore rispetto al passato. Dai Fratelli Cuore Agostino Figliola ha lasciato da poche settimane la direzione di pala e forno a Francesco Caruso, 27 anni da Napoli, dove ha iniziato fin da piccolo la carriera di pizzaiolo. Poi si è trasferito a Firenze e prima di approdare qui ha lavorato in diversi locali cittadini. La partenza sembra essere delle migliori: idratazione molto alta per la pasta, cornicione non gommoso, stesura centrale sottile. La prova della marinara è superata a pieni voti, complice un pomodoro saporito, dolce, profumato. La versione della pizza fritta è gustosa, con una croccantezza davvero piacevole. Infine la margherita, la prova del nove di un pizzaiolo, ha gradevole avvolgenza, grazie a una mozzarella non stucchevole.

 

CREDITS: Fratelli Cuore

2018-10-07T11:12:52+00:0007 ottobre 2018|News, Pizzaioli ospiti|