Biennale Enogastronomica Fiorentina

Dal 10 al 30 novembre 2014 un calendario ricco di incontri, spettacoli, itinerari del gusto, mercati, degustazioni, aperitivi, cene e tanto altro ancora....

Firenze come non l'avete mai assaggiata!


foto biennale enogastronomica 3SI E’ CHIUSA LA QUARTA EDIZIONE DELLA BIENNALE ENOGASTRONOMICA FIORENTINA CON UN SUCCESSO OLTRE OGNI ASPETTATIVA.

Un forte incoraggiamento a migliorare e a lavorare ad una quinta edizione ancora più ricca e significativa

Una splendida, sorprendente maratona durata 21 giorni, questo è stata la quarta edizione della Biennale Enogastronomica Fiorentina. Un successo inaspettato, decretato di giorno in giorno dalla partecipazione di un pubblico affezionato ed interessato a tutte le iniziative. Complessivamente possiamo annotare un 30% in più di partecipazione rispetto alla edizione 2012.

foto Biennale Enogastronomica Fiorentina 1Tra le iniziative più partecipate sicuramente quella dedicata alla Birra artigianale ed allo Street food, un afflusso talmente importante da determinare la chiusura degli accessi ben tre ore prima dell’orario fissato, dopo aver esaurito le scorte di cibo disponibili. Tra quelle più curiose sicuramente il “Festival dei cuochi” un confronto tra 5 grandi chef, Marco Stabile, Maria Probst, Deborah Corsi, Emanuele Vallini, Antonio Badalamenti che hanno regalato grandi momenti di cucina creativa, ma anche “Rock, gol e wine” con Benedetto Ferrara come protagonista, che ha presentato l’abbinamento di sei gol con sei vini e sei canzoni della nostra cultura.

Un appuntamento che ci ha riportato tutti ai cosiddetti fondamentali è stata la prima edizione del concorso per scuole alberghiere Leo Codacci, voluto fortemente da Claridea e vinto dagli allievi della scuola Vegni di Cortona (Ar) .

Sarebbe lungo anche se opportuno ricordare tutti gli appuntamenti che hanno affollato il Tepidarium del Roster che si è rivelato una “casa” ideale e molto amata dai fiorentini. Non era facile per una struttura considerata decentrata e delicata acquisire sul campo il ruolo di protagonista assoluto di un evento complesso e composito come la Biennale Enogastronomica Fiorentina.

god save the wineVorremmo dire sin da ora che questa è la location ideale per la nostra quinta edizione, ma siccome lo abbiamo detto di tutte le location (che poi abbiamo puntualmente cambiato) ci limitiamo a dire al Comune di Firenze che questa volta ci siamo sentiti veramente a casa, visto che il binomio Biennale– Tepidarium è stato utile alla città, siamo sicuri che si potrà ripetere tra due anni, dando ampio risalto a tutti gli appuntamenti.

E’ opportuno ricordare i numeri sorprendenti di questa manifestazione: 21 giorni di durata, 33 eventi, circa 20.000 sono coloro che hanno affollato le iniziative a cui vanno aggiunte le stime di coloro che hanno visitato il mercato dei Sapori e dei Mestieri in S.M.Novella. Sono circa 400 le aziende che hanno animato e sono state coinvolte nei tanti momenti della manifestazione. In particolare sono da citare i 50 ristoranti fiorentini che con “il Piatto tipico” o con le cene a tema hanno contribuito a diffondere in città ed in provincia i temi della Biennale.

Numeri che da soli parlano del successo di questa quarta edizione, sicuramente auspicato, ma sostanzialmente inatteso. Un grazie anche alla stampa di settore che ci ha benevolmente accompagnato in questa cavalcata.

Il comitato organizzatore, guidato da Santino Cannamela, e il direttore artistico Leonardo Romanelli si metteranno subito al lavoro perché la Biennale fiorentina sia presente nelle tante iniziative di EXPO 2015 e insieme alla Fondazione Sviluppo Urbano lavoreranno nelle prossime settimane al progetto della quinta edizione che, nel 2016, animerà nuovamente gli splendidi spazi di Firenze e, nel nome di Leo Codacci, rinnoverà la storia e la tradizione enogastronomica di Firenze e della Toscana.

Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno collaborato e arrivederci a presto.

 

 

 

Arte a tavola


Grandi eventi


Cibo e dintorni